Tappa imperdibile per chi sceglie di visitare la Toscana, Volterra è stata una delle principali città-stato dell’antica Etruria e rivela oggi un bellissimo centro storico di origine etrusca.

Volterra vanta anche una tradizione secolare nell’estrazione e lavorazione dell’alabastro, che potrete approfondire nel relativo museo e che ritroverete nei manufatti in vendita nei bei negozietti che incontrerete camminando nei vicoli storici della città.

Altra caratteristica di Volterra sono le sue tipiche balze.

Le famose balze di Volterra sono formazioni rocciose che si trovano nei pressi della cittadina: estese su una superficie di quasi 90 ettari, raggiungono altezze anche di centinaia di metri. Sono spettacolari da vedere e fotografare, e lo saranno ancor più al tramonto.

Cosa troverai in questo articolo:

ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO IN POCHI MINUTI

10 COSE DA VEDERE A VOLTERRA

Borgo collinare dalle imponenti mura, Volterra è forse meno conosciuta – e, di conseguenza, visitata – rispetto alla vicina San Gimignano, ma rappresenta senza dubbio una meta interessante da inserire nel vostro itinerario in Toscana, perfetta da visitare durante tutto l’anno ma soprattutto durante i mesi estivi, quando magari le località più note sono più affollate di turisti.

Ecco quindi 10 luoghi da non perdere a Volterra durante la vostra visita giornaliera o il vostro weekend a Volterra.

1. PIAZZA DEI PRIORI E PALAZZO DEI PRIORI

Il Palazzo dei Priori, nell’omonima piazza, è il più antico edificio comunale della Toscana. Costruito a partire dal 1208 e realizzato in pietra, sormontato da un’imponente torre, ha ispirato l’architettura di Palazzo della Signoria a Firenze. Palazzo dei Priori, che da il nome a tutta la piazza, è oggi la sede della sala del Consiglio e della Giunta e altri uffici comunali, ma è in parte aperto al pubblico.
Seguendo il percorso di visita predisposto potrete vedere la Sala del Consiglio e la Sala della Giunta, accedendo fino alla Torre Campanaria, dalla quale si ammira una splendida vista su tutto il borgo.

Piazza dei Priori


Piazza dei Priori è il cuore del borgo medievale. Circondata da maestosi e particolari edifici, qui si trovano il Palazzo dei Priori, il Palazzo Vescovile, il Palazzo Incontri e il Palazzo Pretorio, oltre a diversi locali con tavolini che si affacciano direttamente sulla piazza.

2. Cattedrale di Santa Maria Assunta

La Cattedrale di Santa Maria Assunta, ovvero il Duomo di Volterra, è un ottimo esempio di stile romanico pisano. Nel corso dei secoli, subì diversi lavori e ampliamenti. Parzialmente distrutta dopo il violento terremoto del 1117, fu ricostruita e consacrata nel 1120.

Cattedrale di Volterra

L’interno a croce latina è suddiviso in tre navate da 22 colonne in granito e le pareti sono dipinte a fasce bianche e nere. Tra le sue mura sono ospitate diverse opere, come il capolavoro della scultura romanica del gruppo ligneo della Deposizione, risalente al 1228, custodito in una delle cappelle.

3. Teatro Romano

Volterra è una città molto antica e, tra i vari resti che si possono ammirare nel borgo, ci sono anche delle testimonianze del periodo romano. Una delle più importanti è sicuramente il Teatro Romano, subito fuori le mura del centro storico, raggiungibile attraversando Porta Fiorentina.

Il Teatro Romano, in località di Vallebuona, riportato alla luce negli anni Cinquanta, fu realizzato intorno all’anno zero. Doveva avere una capienza di circa 3.500 spettatori e un frontescena di 35,98 metri.

Quest’area archeologica presentava un teatro ed un impianto termale, entrambi risalenti all’epoca romana.

4. Fortezza Medicea

La Fortezza Medicea, imponente e maestosa, domina tutta la città dall’alto. È composta da due edifici uniti dalle mura: la Rocca Vecchia del 1342 ovvero la parte più antica del complesso e la Rocca Nuova, detta il Mastio, fatta costruire per volere di Lorenzo de Medici nel 1472.


La Fortezza Medicea fu infatti costruita sulla cima di un colle a scopo difensivo ed oggi è un vero e proprio simbolo del borgo. Oggi la fortezza ospita al suo interno un penitenziario, quindi può essere vista solo dall’esterno, ma è sicuramente una tappa irrinunciabile durante la vostra permanenza a Volterra.

5. Battistero

Situato in piazza San Giovanni, il meraviglioso Battistero di San Giovanni Battista si trova di fronte al Duomo di Volterra.

Di forma ottagonale, fu realizzato da Nicola Pisano.

6. Pinacoteca e Museo Civico

Se amate l’arte, non potete perdervi una visita alla meravigliosa Pinacoteca e Museo Civico di Volterra. Ospitato all’interno del palazzo Minucci-Solaini e aperto nel 1982, contiene un’ampia collezione di opere d’arte della città. Al suo interno è infatti possibile ammirare diversi quadri che seguono le correnti artistiche fiorentine, senesi e pisane e che provengono, per la gran parte, dalla zona della vicina Badia Camaldolese. Una delle opere principali è la Deposizione di Rosso Fiorentino, uno dei capolavori del manierismo fiorentino, realizzato nel 1521.

7. Museo Etrusco “Mario Guarnacci”

Il Museo Etrusco Guarnacci ospita una delle più belle raccolte di reperti etruschi e romani.
Su tre piani e con 38 sale, è uno dei più antichi musei pubblici d’Europa e uno dei musei etruschi più importanti d’Italia, costituito nel 1761 grazie alla donazione di un ingente patrimonio archeologico e di oltre 50.000 volumi del nobile Mario Guarnacci.
Al suo interno sono custodite importanti testimonianze del passato e qui possiamo trovare anche il simbolo della città, l’Ombra della sera, una statuetta votiva etrusca che risale al III secolo a.C., forgiata dagli Etruschi e rimasta per millenni interrata prima d’essere scoperta.
Nel Museo Guarnacci è custodita anche l’Urna degli Sposi, una scultura che rappresenta due coniugi anziani distesi uno accanto all’altro.

8. Ecomuseo dell’Alabastro

A Volterra avrete inoltre l’occasione di visitare un museo unico nel suo genere: l’Ecomuseo dell’Alabastro, le cui esposizioni si concentrano sulla lavorazione e commercializzazione dell’Alabastro e sono ospitate all’interno della Torre Minucci, di origine medievale. Potrete vedere come questo materiale è stato lavorato e commercializzato fin dall’epoca etrusca, arrivando poi fino ai giorni nostri.

9. Palazzo Viti

Gli amanti dell’arte e della storia non potranno perdersi una visita al meraviglioso Palazzo Viti, una delle dimore storiche di Volterra.

Acquistato nel 1850 da Giuseppe Viti, commerciante di alabastro e viaggiatore, che comprò l’edificio e lo restaurò da cima a fondo, Palazzo Viti ha ospitato negli anni personaggi illustri, Re e Principi. Oggi è una casa-museo che conserva ancora al suo interno gli arredi originari, opere in alabastro, meravigliosi e preziosi dipinti. Imperdibili la maestosa Sala da Ballo, la Sala da Pranzo, e la Biblioteca con soffitto finemente decorato che presenta, nei quattro medaglioni, i ritratti dei maggiori poeti italiani (Dante, Petrarca, Ariosto e Tasso).

10. Area Archeologica Etrusca

Come dicevamo, Volterra è stata un’importante città etrusca e tutto il territorio è ricco di importanti testimonianze di questo periodo. Una delle più importanti è sicuramente l’Area Archeologica Etrusca situata all’interno del Parco Archeologico Enrico Fiumi, la principale area verde della città, vicino alla Fortezza Medicea. L’Acropoli Etrusca, riportata alla luce attraverso gli scavi, è un’area archeologica stratificata, non ampissima ma di enorme interesse storico, anche per la presenza della grande Cisterna romana.

volterra
Manicomio di Volterra

Ultimo ma non ultimo…il Manicomio di Volterra. Non andate via da Volterra senza aver fatto questa esperienza, che vi garantisco vi rimarrà nel cuore.

Attivo dal 1897 fino al 1977, il Manicomio di Volterra è stato il più grande villaggio ospedale psichiatrico d’Italia. E’ possibile andare alla scoperta di questa realtà tramite una visita guidata, che sarà senza dubbio emozionante e ricchissima di informazioni dal punto di storico e sociale.

Per tutte le informazioni sulle visite al Manicomio di Volterra, cliccate qui.

DOVE MANGIARE A VOLTERRA

  • PORGI L’ALTRA PANCIA – Via Giacomo Matteotti, 37 – Tel. 0588 80006
  • OSTERIA FORNELLI – Piazzetta dei Fornelli, 3 – 0588 88641
  • BORGHI DAL 1949 – Via Don Giovanni Minzoni, 2
  • IL SACCO FIORENTINO – Via Giusto Turazza, 13 – Tel: 0588 88537

DOVE DORMIRE A VOLTERRA

ALBERGO ETRURIA – Nel centro storico di Volterra, l’Albergo Etruria dista 100 metri da Piazza dei Priori e dal teatro romano 

ALBERGO ETRURIA – Per info su prezzi e disponibilità, cliccate qui

HOTEL LA LOCANDA – A pochi minuti a piedi dal Teatro Romano e dalla Porta Fiorentina questo hotel è ospitato in un ex convento restaurato ed ha anche un piccolo spazio esterno.

HOTEL LA LOCANDA – Per info su prezzi e disponibilità, cliccate qui

APPARTAMENTI VILLA MASCAGNI – Posizione appena fuori il centro storico di Volterra, facilmente raggiungibile a piedi «La location, l’ampio terrazzo soleggiato vista colline e fortezza

APPARTAMENTI VILLA MASCAGNI – Per info su prezzi e disponibilità, cliccate qui
CLICCA QUI ALTRE PROPOSTE SU HOTEL, B&B E AGRITURISMI A VOLTERRA E DINTORNI

INFO E CONSIGLI UTILI

  • Come arrivare: raggiungibile in auto da Pisa (67 km, 1 h 10 min), da Siena (54 km, 1 h) e da Firenze (80 km, 1 h 30 min). Con i mezzi, bus diretto linea 500 da Pontedera (1 h 15 min)
  • Come muoversi a Volterra: a piedi. Il centro storico è molto raccolto e le attrazioni vicine tra loro. Inoltre, il centro è in tutta la sua parte una ZTL
  • Dove parcheggiare: ovviamente fuori dalla ZTL. Parcheggi a pagamento: Parcheggio Dogana (Ottieni indicazioni), o Parcheggio Gioconovo (Ottieni indicazioni). Tra i parcheggi gratuiti, quello dell’Ospedale, (dove potrete iniziare con la visita del Manicomio) e il Parcheggio Porta Docciola (Ottieni indicazioni).
  • Cosa vedere nei dintorni: Lajatico e il Teatro del Silenzio (25km); Riserva Naturale Foresta di Berignone (13 km), San Gimignano (30 km), Siena (55km).
Ti potrebbe interessare anche: Dove dormire a Volterra | 10 Proposte per Soggiornare in Agriturismo a Volterra e dintorni
Prenota il tuo soggiorno a Volterra
Booking.com Booking.com

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: